Home » Il ricordo di Casartelli rivive nella Mediofondo del ventennale

Il ricordo di Casartelli rivive nella Mediofondo del ventennale

Il 15 luglio (poi 23 settembre in seguito al rinvio) Albese con Cassano (Como) ospiterà un’edizione speciale della manifestazione che ricorda lo sfortunato campione olimpico, scomparso nel 1995. Tante sorprese e novità in un evento dedicato alle famiglie ma anche agli agonisti

23 marzo 2018

Una pedalata assieme per ricordare un campione sfortunato. Son trascorsi quasi 23 anni da quel tragico 18 luglio 1995, quando una caduta lungo la discesa del Colle di Portet-d’Aspet, durante la 15ª tappa dell’edizione numero 82 del Tour de France, costò la vita a Fabio Casartelli sconvolgendo il mondo del ciclismo. Albese con Cassano (CO) non ha mai dimenticato il campione di casa nato nel 1970, nella cui breve carriera brilla la medaglia d’oro olimpica a Barcellona 1992.

“Affinché Fabio rimanga, per sempre, vivo nella memoria, oltre le sue imprese sportive”: con questa motivazione il 13 giugno 1996 nacque l’Associazione “Fabio Casartelli”, divenuta Fondazione nel 1998. Il prossimo 15 luglio 2018 (poi 23 settembre in seguito al rinvioAlbese con Cassano ospiterà la 20ª edizione della Mediofondo “Fabio Casartelli”, una manifestazione dalla spiccata vocazione non agonistica rivolta a cicloamatori e cicloturisti di ambo i sessi. Come da tradizione, saranno le famiglie, il clima di convivialità e il sano modo di intendere la bici a caratterizzare una gara che ogni anno si rinnova nel segno del ricordo.

Saranno tre i differenti percorsi previsti dall’organizzazione: corto (58 km), medio (75 km) e lungo (114 km). Ma nonostante il carattere non competitivo, la Mediofondo “Fabio Casartelli” riserva agli agonisti due tratti affascinanti: le cronoscalate da Bellagio al Ghisallo e sul Muro di Sormano, le due storiche salite del Giro di Lombardia.

La particolare ricorrenza determinata dalla 20ª edizione si rivelerà propizia per un’emozionante e commovente incontro con elementi di spicco del ciclismo agonistico, ex corridori o tuttora in attività, fra cui ex compagni di squadra di Fabio Casartelli. Tutti uniti, nella città del campione albesino, per ricordare un atleta che, oltre alle capacità professionali, si è sempre distinto per generosità, modestia e simpatia.

Un campione al servizio di tutti. Così come a tutti è dedicata la Mediofondo che porta il suo nome. Albese con Cassano non dimentica Fabio Casartelli: sono aperte le iscrizioni alla Mediofondo (clicca qui).