Home » La Fondazione

La Fondazione

“…affinché FABIO rimanga, PER SEMPRE, vivo nella memoria, oltre le sue imprese sportive…”: questo il desiderio, la volontà, lo scopo di alcune tra le persone più vicine e care allo sfortunato campione Albesino, che ha portato il 13 giugno 1996 alla nascita della Associazione “Fondazione Fabio Casartelli”.

Novantacinque i promotori dell’iniziativa, che divengono così Soci Fondatori: tra loro Gianluigi Luisetti e Pierluigi Marzorati, che nel settembre 2002 ne ha rilevato la carica di Presidente dopo che nel 1998 l’Associazione ebbe i requisiti per diventare a tutti gli effetti Fondazione.

Importanti ed in gran parte rivolti al sociale gli obiettivi presenti nello statuto dell’Associazione divenuta a tutti gli effetti Fondazione nel 1998, dopo aver ottenuto il riconoscimento giuridico dalla Regione Lombardia in data 26.02.1999 con Delibera n. 41614. Tra gli altri:


  • l’erogazione di fondi a favore di atleti, ex atleti e loro famigliari in particolari condizioni di bisogno;

  • l’istituzione di borse di studio a favore di giovani atleti meritevoli per permettere loro di proseguire nel cammino scolastico;

  • l’erogazione di fondi destinati a favorire l’educazione dei giovani e del loro inserimento attivo nella comunità;

  • l’organizzazione di congressi, mostre, rassegne, dibattiti, incontri di studio e naturalmente eventi di carattere sportivo e ciclistico in particolare.


Il lavoro dei Soci prima, e degli Amici della Fondazione dopo la nascita della stessa, ha portato a risultati più che soddisfacenti.

Su tutti la donazione al sevizio 118 di un’auto medica attrezzata e poi:


  • contributi erogati alla Nostra Famiglia di Bosisio Parini (Onlus che si occupa della riabilitazione di disabili) a Talea (Associazione Onlus che si occupa di disabili in Albese) e Insieme si può (Onlus di Albese che si occupa di adozione a distanza);

  • contributo per la realizzazione di una scuola-dormitorio per bambini in Kenia;

  • donazione di tandem all’Associazione Nazionale non vedenti di Como;

  • il Simposio di scultura “Arte Sport e Territorio” con la partecipazione di Artisti di fama internazionale, come gli italiani Fabio Ceschina, Alcide Gallani e Bruno Luzzani (quest’ultimo realizzatore della Stele “Volo di Luce” collocata sul Col de Portet d’Aspet ove è caduto Fabio) l’iberica Yolanda Spinola Elias ed il nipponico Kenji Takahashi. Nell’ambito del Simposio lo scultore Bruno Luzzani ha eseguito il monumento dedicato a Fabio posato ad Albese sul luogo della partenza della annuale Mediofondo “La Fabio Casartelli”;

  • la suggestiva staffetta commemorativa dal Santuario della Madonna del Ghisallo al Col de Portet d’Aspet in contemporanea al passaggio del Tour de France ’97;

  • ormai 21 edizioni del Memorial Fabio Casartelli, gara Giovanissimi, in collaborazione con il G.S. Alzate Brianza che fu la prima squadra di Fabio;

  • 20 edizioni della Mediofondo “La Fabio Casartelli” in collaborazione con il GS Spina Verde, poi con Masneri Impianti ed ora Formaggilandia 2 dell’amico e compagno di Fabio, Roberto Maggioni;

  • pedalata ecologica Amici di Fabio iniziata nel 2013 e ripresa ora per consentire la partecipazione alla festa per Fabio a tutti i ciclisti in occasione della Mediofondo La Fabio Casartelli;

  • supporto all’ex corridore ciclista Luca Panichi, costretto in carrozzina a seguito di un incidente in corsa, che con le sue performance dedicate a Fabio porta avanti il ricordo di atleta ed uomo (nel 2015 salita del Portet d’Aspet sotto un diluvio);

  • varie manifestazioni sportive intitolate “…dai il meglio di te stesso…”;

  • concorsi scolastici sulla sicurezza stradale, in occasione di date significative della carriera e vita di Fabio, tra cui spiccano “A Ruota Libera” ed “Angeli della Strada”;

  • contributo al restauro dell’organo Monumentale parrocchiale di Albese e concerti in ricordo di Fabio in Albese e Saint-Girons, da cui è partita la tappa durante la quale si verificò la tragica caduta di Fabio e che è gemellata con Albese con Cassano;

  • organizzazione e partecipazione a Mostre dedicate a Fabio;

  • supporto e rappresentanza in occasione di Inaugurazioni dedicate a Fabio (Piste ciclabili, passerelle pedonali e ciclabili, ecc.);

  • inoltre, dal 1996, gli Amici Sostenitori della Fondazione promuovono un viaggio di alcuni giorni in Francia per ricordare Fabio alla Stele del Portet d’Aspet, a Lourdes ed a Saint-Girons, dove incontrano le Autorità Francesi e gli Amici sportivi, nel ricordo annualmente rinnovato di un campione e di un uomo che ha lasciato un ricordo profondo in tutti.


“Molto è stato fatto – sottolinea l’attuale Presidente Pierluigi Marzorati, indimenticabile campione di basket con la casacca di Cantù e della Nazionale azzurra (278 presenze, 4 partecipazioni olimpiche co l’argento di Mosca ’80, il titolo europeo ne 1983) – ma davanti a noi abbiamo un lungo cammino ancora da percorrere se vogliamo, come vogliamo, che il ricordo di Fabio, campione ma ancor prima uomo, viva per sempre. Quando mi è stato proposto l’incarico di presidente della Fondazione Fabio Casartelli, ho ritenuto giusto accettarlo perché ho pensato fosse il modo migliore per esprimere la mia riconoscenza ad uno sportivo al quale ero legato da una forte anche se purtroppo breve amicizia. In ricordo di Fabio ritengo sia un dovere di tutti noi Amici della Fondazione, occuparci di prevenzione e sicurezza, diffondendone principi e norme soprattutto tra i giovani proprio partendo da una riflessione sull’esperienza del nostro indimenticabile Campione“.

Fabio era sempre disponibile per tutti ed in modo particolare per i meno fortunati e non perdeva occasione per sostenere e partecipare a manifestazioni a favore di persone disabili.

Anche per questo, alla sua scomparsa è nata la Fondazione con lo scopo di ricordarlo sia per le sue imprese sportive che per la sua figura umana e di proseguire con quelle opere che lui non ha potuto continuare… Perché Fabio viva sempre.

Organigramma

Consiglieri
Pierluigi Marzorati – presidente
Gianluigi Luisetti – vice presidente
Luca Grammatica – consigliere
Luca Panichi – consigliere
Pietro Masneri – consigliere
Michele Re – consigliere
Marco Saligari – consigliere

Consiglieri senza diritto di voto
Annalisa Rosetti
Marco Casartelli
Sergio Casartelli
Rosa Luisetti

Revisore dei conti
Gianfranco Melli